sabato 3 aprile 2021

Biscotti di Pasqua /Easter cookies

La prima volta che compro casa.
Dopo averla cercata, immaginata e sperata, adesso è qui, ad una firma da me.

Dai miei spazi bianchi e dal profumo di pane.
Dai libri e la dispensa sempre piena.
Dai cassetti in ordine e tutte le piante.

Grande, luminosa e con un nome che porta fortuna.
Vittoriana come la mia mamma.
E piena di bambini.
Che casa sia.


100 g zucchero a velo
200 g burro freddo
370 g farina debole
1 uovo medio
2 g sale
i semi di ½ baccello di vaniglia

Nella ciotola della planetaria unire il tutti gli ingredienti e mescolare con la foglia. Formare un panetto con la pasta, avvolgerlo nella pellicola trasparente e farlo riposare in frigorifero. 
Stendere la pasta sucrée ad un’altezza di 5 mm e ricavare i biscotti con l’aiuto dello stampo a forma di coniglietto. Disporre i biscotti su una teglia coperta di carta da forno e farli freddare in frigorifero per mezz’ora ca. 
Infornare i biscotti a 170° C fino a doratura (ca 10-12 min), farli freddare su una gratella e terminarli con una pastiglia di cioccolato bianco come codino.


ENGLISH VERSION

100 g icing sugar
200 g unsalted butter, cold
370 g plain flour
1 free range medium egg
2 g sea salt
½ vanilla pod seeds

Into the bowl of a stand mixer, mix all the ingredients, then leave the pastry cool in the refrigerator.
Roll out the pastry to a height of 5 mm, cut out the cookies and leave them to rest cool in the refrigerator for at least half an hour. 
Bake the cookies at 170° C until color, for 10-12 min approx. Place the cookies on a wire track to cool them and complete with adding white chocolate buttons like tails. 

giovedì 25 febbraio 2021

Biscotti al cioccolato e fior di sale / Chocolate cookies with salt flakes

Ci sono delle rime che mi tengono compagnia da anni.
Sono di Fernando Pessoa e recitano così:

Voglio, avrò –
se non qui,
in altro luogo che ancora non so.
Niente ho perduto.
Tutto sarò.

Sono le liriche di quando tutto gira in direzione ostinata e contraria.                   
Le parole dei momenti bui, gli inni del conforto.
Le ho ripetute con tenacia un numero infinito di volte, come un mantra.

Ma adesso è tempo di lasciarle andare.
Non perché abbia messo in atto il potenziale che spero.
Piuttosto perché, in termini di averi e desideri, è tutto già tanto davvero.


100 g cioccolato fondente al 70%, tritato
100 g cioccolato al latte, tritato
170 g zucchero di canna
150 g burro 
175 g farina debole
30 g cacao in polvere
4 g bicarbonato
i semi di 1/2 bacca di vaniglia
4 g fior di sale

Nel bicchiere del mixer tritare finemente un terzo dello zucchero di canna, aggiungere il burro freddo e mescolare. Unire la farina, il cacao, il bicarbonato, i semi del baccello di vaniglia, il fior di sale e mescolare ancora. Per ultimo unire  i due tipi di cioccolato tritati grossolanamente. 
Trasferire sul piano di lavoro e lavorare fino ad ottenere un impasto liscio. Formare due cilindri del diametro di 3 cm circa, avvolgere nella pellicola trasparente e fare raffreddare in frigorifero. Una volta che i cilindri saranno ben freddi, tagliarli dei biscotti di due cm di spessore e infornare a 170° C per 10-12 min circa. 
Fare raffreddare su una gratella per biscotti e mangiare freddi, eventualmente cosparsi con qualche altro granello di fior di sale in superficie.

ENGLISH VERSION

100 g grated dark chocolate
100 g grated dairy milk
170 g light brown soft sugar
150 g unsalted butter
175 g plain flour
30 g cocoa powder
4 g bicarbonate of soda
seeds of 1/2 vanilla pod
4 g sea salt flakes

Mix finely 70 g of sugar, then add butter, remaining sugar and mix together. Add the flour, cocoa, baking soda, vanilla seeds and salt flakes, then mix again. Finally add the grated chocolate and mix. 
Pour the dough on a floured work surface and form two 3 cm diameter rolls. Wrap them with cling film and place them in the fridge for 2 hours. 
Preheat the oven to 170° C . Cut the dough rolls into two cm thick slices. Bake them on a tray covered with baking paper for 10-12 minutes. Let cool before eating.

venerdì 5 febbraio 2021

Yogurt greco con bulgur, loti e cioccolato / Greek yogurt with toasted bulgur, sharon fruit and chocolate

Mi sono interrogata per mesi su come spiegare l'ansia a mia figlia. 

Quella stretta improvvisa che a volte chiude la gola e ottunde il cervello eppure, forse, ci mette in relazione con la parte più scoperta di noi stessi. 

Quella che la prende solo ogni tanto e che noi, per darle la dignità di un nome (ma di uno che non faccia troppa paura), chiamiamo affettuosamente ansietta.

Poi un libro della doc Stefania Andreoli, e una rivelazione.

L'ansia non va combattuta, ma accettata.

Perché solo nella percezione dell'assenza la vita trova spazio libero per farsi strada.

E allora ho pensato che l'ansia non gliela posso spiegare, perché ognuno ha la sua e va bene così. Ma forse potevo provare a cantargliela sulle note de Il paradiso dei calzini di Vinicio Capossela, che amiamo entrambe e che in tante sere ci ha fatto compagnia. 

Ci perdonino le persone coinvolte, ma noi ieri sera ci siamo addormentate così. 



Dove vanno a finire i pensieri

che ci sono avanzati da ieri?

Dove vanno a finire agitati

tutti quanti non vanno pensati,

quelli occulti mischiati con quelli un po' osé

dove vanno ciascuno si chie'?



Dove va quel pensiero un po' strano

che ci ha fatto tremare la mano,

quel giudizio di certo un po' abietto

rinchiuso a chiave, dentro un cassetto,

quell'idea che disturba la nostra fittizia armonia

dove va quando non trova la via



Nel paradiso dell'ansietta

una stanza davvero un po' stretta

il paradiso dell'ansietta



Chi non ha mai trovato riscontro

nascondendosi ad ogni confronto,

chi si è costruito un mondo perfetto

addobbandolo di ogni belletto,

chi ha evitato deciso ogni intoppo

ritenendolo un grande misfatto,

chi ha abusato di Lexotan e di benzodiazepina

chi ha un attacco di panico ogni mattina.


Dal paradiso dell'ansietta

una casa davvero un po' stretta

dal paradiso dell'ansietta

non si esce se non ci si sta.



Dov'è andato a finire il pensiero

quando non è più stato pensato


dov'è andato a finire nessuno lo sa

ma da solo non se ne andrà.



Dal paradiso dell'ansietta

una casa davvero un po' stretta

dal paradiso dell'ansietta

non si esce se non ci si sta.




75 g bulgur
un pizzico di sale
50 g sciroppo d'acero
300 g yogurt greco
100 g loti
30 g cioccolato fondente al 70%
cannella in polvere


Portare a bollore 150 g d'acqua con un pizzico di sale, versare il bulgur e lasciare cuocere finché l'acqua non sarà del tutto assorbita. Fare riposare una decina di minuti, quindi sgranare il bulgur con i rebbi di una forchetta, e fare freddare.


Quando il bulgur si sarà freddato, scaldare un pentolino dal fondo spesso, versarvi lo sciroppo d'acero e cuocere mescolando fino a formare un caramello, aggiungere il bulgur cotto e le spezie, mescolare bene e allontanare dal fuoco.


Fare intiepidire il bulgur, poi aggiungerlo in una bowl con lo yogurt e terminare con fettine di loti e scaglie di cioccolato fondente.


ENGLISH VERSION
75 g bulgur wheat
a pinch of salt

50 g maple syrup
300 g Greek yogurt
100 g sharon fruit
30 g 70% cocoa dark chocolate
cinnamon powder just enough


In a little saucepan, bring 150 g of water to the boil with a pinch of salt, add the bulgur in and cook until the water is completely absorbed. Let it cool for about ten minutes, then fluff with a fork and let it cool completely.


When the bulgur is cool, heat a saucepan, add the maple syrup and cook, stirring until it forms a caramel, add boiled bulgur and cinnamon, mix well and remove from the heat. Let the bulgur cool, then add it into a bowl with the yogurt and finish with sharon fruit slices and dark chocolate.

sabato 30 gennaio 2021

Ginger snaps

Ho scoperto questi biscotti da poco, con un'amica che è quasi famiglia.
Di quelle con cui è bello andare a cena il venerdì sera, il mercoledì e tutti gli altri giorni della settimana.
Con cui il caffè al parco è un appuntamento fisso, insieme ad un messaggio prima di andare a letto, ché a dividere i pensieri ci si sente più leggeri.

Insieme abbiamo immaginato infiniti banchetti di Natale e weekend che sono solo rimandati. 
Condiviso vestiti di bambini e progetti importanti.
Riso e pianto, spesso all'unisono.

Questa pandemia ci ha tolto molto, come a tutti.
Ma questo non può impedirci di essere grati.
Dei biscotti buoni e delle amiche belle, prima di tutto.


225 g farina
1 cucchiaino cannella in polvere
1 cucchiaino zenzero in polvere
½ cucchiaino bicarbonato
¼ cucchiaino sale
⅛ cucchiaino noce moscata grattugiata
⅛ cucchiaino chiodi di garofano in polvere
110 g burro
170 g zucchero
55 melassa
i semi di ¼ di bacca di vaniglia
1 tuorlo grande

Setacciare insieme tutte le polveri con il sale. Nella ciotola della planetaria mescolare insieme il burro e lo zucchero, poi aggiungere l'uovo, i semi della bacca di vaniglia e la melassa. Mescolare a velocità media finché gli ingredienti non saranno incorporati, poi unire le polveri e amalgamare.

Trasferire l'impasto su un foglio di carta da forno, dividerlo in due e arrotolarlo in cilindri. Avvolgere con pellicola trasparente e fare freddare in freezer.  

Scaldare il forno a 180° C. Rivestire più teglie con carta da forno, affettare sottilmente i rotoli di impasto (quasi) congelati, disporre i biscotti nella teglia lasciando spazio tra di loro. Cuocere per circa 13-15 minuti, poi fare freddare un paio di minuti prima di trasferire su un gratella  e afre freddare completamente.


ENGLISH VERSIONS

225 g plain flour
1 tsp ground cinnamon
1 tsp ground ginger
½ tsp baking soda
¼ tsp salt
⅛ tsp ground nutmeg
⅛ tsp ground cloves
110 g unsalted butter, in pieces, room temperature
170 g caster sugar
55 molasses
seeds of ¼ vanilla pod
1 large egg yolk

Sift together all dry ingredients with salt. In a stand mixer combine butter and sugar and mix on medium speed until the batter holds together. Scrape down the sides of the bowl and add egg, vanilla and molasses. Mix on medium speed until incorporated. Add the dry ingredients to the bowl and mix until incorporated.

Transfer the dough on parchment paper, cut in half and roll each half into a log. Wrap the logs in cling film and freeze until firm.

Preheat the oven to 180° C. Line some baking sheets with parchment papers. Unwrap frozen logs and slice them thinly. Place rounds onto prepared baking sheets  with some distance between them and bake until dark brown, about 13-15 minutes. Remove from the oven and let cool for 2 minutes before transferring to a cooling rack.

sabato 16 gennaio 2021

Torta rovesciata alle arance / Upside down orange cake

Al lento vacillare stanco, ogni giorno mi accingo.

E più e più grava il peso di ieri e l'insonnia di domani,
in questo assurdo stare casalingo
senza il conforto degli affetti lontani.

Finiranno i lunghi giorni reclusi
nell'alveo di una badia adorata
finiranno e li avremo conclusi
con l'arrivo di una primavera agognata.


4 arance di medie dimensioni
260 g zucchero semolato
150 g farina debole
80 g semolino
8 g lievito chimico
1/2 cucchiaino sale 
40 g Cointreau
1/2 cucchiaio di scorza d'arancia finemente grattugiata
i semi di 1/2 bacca di vaniglia
3 uova
280 g olio evo

Preparare la teglia. Ungere con olio d'oliva il fondo e i bordi di una tortiera da 25 cm, coprire il fondo con un cerchio di carta da forno e ungere di nuovo. Con un coltello affilato affettare sottilmente le arance nella parte centrale più larga, lasciando da parte le calotte superiori e inferiori. Trasferire le fette d'arancia nella teglia, sulla carta da forno oleata, avendo cura di sovrapporre le une alle altre. 

Spremere le calotte delle arance avanzate fino ad ottenere due cucchiai di succo. In una ciotola, unire il succo d'arancia a 60 g di zucchero, e mescolare. Trasferire questo impasto umido sulle fette d'arancia, muovendo la teglia per distribuire bene il composto. 

Per la torta. In una ciotola mescolare la farina, il semolino, il lievito e il sale. In un'altra ciotola mescolare il Cointreau, la scorza d'arancia grattugiata e i semi della bacca di vaniglia. Nella ciotola della planetaria sbattere a lungo le uova con i restanti 200 g di zucchero, fino ad ottenere una montata chiara e leggera. Aggiungere l'olio mescolando bene, a velocità sostenuta. Quando l'olio sarà incorporato, aggiungere gli ingredienti secchi e quelli umidi, alternativamente, in più volte, mescolando a bassa velocità. Trasferire l'impasto sulle fette d'arancia, livellare la superficie con una spatola e infornare a 180 °C per 40 min circa. 

Quando la superficie della torta si sarà scurita e il centro sarà asciutto, estrarre la torta dal forno e fare freddare nella teglia per 15 minuti circa. Trascorso questo tempo, sformare la torta su una gratella e lasciare riposare. Quando la torta sarà completamente fredda, avvolgerla nella pellicola trasparente e farla riposare a temperatura ambiente per un giorno almeno prima di servire.


ENGLISH VERSION

4 medium oranges
260 g caster sugar
150 g plain flour
80 g semolina flour
8 g baking powder
1/2 teaspoon salt
40 g Cointreau
1/2 tablespoon finale grated orange zeste
seeds of 1/2 vanilla pod
3 medium eggs
280 g extra virgin olive oil

Prepare the pan. Coat the bottom and sides of a 25 cm round pan with oil, line the bottom with parchment paper and coat the parchment with more oil. Slice thinly the oranges with a sharp knife and squeeze the ends until you have two tablespoons of juice. 

In a bowl, add 60 g of the sugar to the juice and whisk them together. Pour the mixture into the bottom of the oiled pan and spread it across the parchment. Place the orange slices across the bottom of the pan and set aside.


For the cake. In a bowl whisk plain flour, semolina, baking powder and salt. In another bowl stir together Cointreau, orange zest and vanilla seeds.

In a stand mixer whisk the eggs with the 200 g remaining sugar until the mixture is pale and light, then gradually add the oil. When the oil is completely incorporated, add the flour mixture and the wet mixture, alternating them. Pour the batter over the orange slices, smooth the top with a spatula and transfer the pan to the preheated oven. Bake the cake at 180° C for about 40 minutes.

When the top is golden brown and the center is firm to the touch, remove the pan from the oven and let cool for 15 minutes, then invert the cake onto a wire rack, peel away the parchment paper and leave it rest. When the cake is completely cool, wrap it with cling film and leave it at room temperature for 24 hours before eating.