sabato 16 gennaio 2021

Torta rovesciata alle arance / Upside down orange cake

Al lento vacillare stanco, ogni giorno mi accingo.

E più e più grava il peso di ieri e l'insonnia di domani,
in questo assurdo stare casalingo
senza il conforto degli affetti lontani.

Finiranno i lunghi giorni reclusi
nell'alveo di una badia adorata
finiranno e li avremo conclusi
con l'arrivo di una primavera agognata.


4 arance di medie dimensioni
260 g zucchero semolato
150 g farina debole
80 g semolino
8 g lievito chimico
1/2 cucchiaino sale 
40 g Cointreau
1/2 cucchiaio di scorza d'arancia finemente grattugiata
i semi di 1/2 bacca di vaniglia
3 uova
280 g olio evo

Preparare la teglia. Ungere con olio d'oliva il fondo e i bordi di una tortiera da 25 cm, coprire il fondo con un cerchio di carta da forno e ungere di nuovo. Con un coltello affilato affettare sottilmente le arance nella parte centrale più larga, lasciando da parte le calotte superiori e inferiori. Trasferire le fette d'arancia nella teglia, sulla carta da forno oleata, avendo cura di sovrapporre le une alle altre. 

Spremere le calotte delle arance avanzate fino ad ottenere due cucchiai di succo. In una ciotola, unire il succo d'arancia a 60 g di zucchero, e mescolare. Trasferire questo impasto umido sulle fette d'arancia, muovendo la teglia per distribuire bene il composto. 

Per la torta. In una ciotola mescolare la farina, il semolino, il lievito e il sale. In un'altra ciotola mescolare il Cointreau, la scorza d'arancia grattugiata e i semi della bacca di vaniglia. Nella ciotola della planetaria sbattere a lungo le uova con i restanti 200 g di zucchero, fino ad ottenere una montata chiara e leggera. Aggiungere l'olio mescolando bene, a velocità sostenuta. Quando l'olio sarà incorporato, aggiungere gli ingredienti secchi e quelli umidi, alternativamente, in più volte, mescolando a bassa velocità. Trasferire l'impasto sulle fette d'arancia, livellare la superficie con una spatola e infornare a 180 °C per 40 min circa. 

Quando la superficie della torta si sarà scurita e il centro sarà asciutto, estrarre la torta dal forno e fare freddare nella teglia per 15 minuti circa. Trascorso questo tempo, sformare la torta su una gratella e lasciare riposare. Quando la torta sarà completamente fredda, avvolgerla nella pellicola trasparente e farla riposare a temperatura ambiente per un giorno almeno prima di servire.


ENGLISH VERSION

4 medium oranges
260 g caster sugar
150 g plain flour
80 g semolina flour
8 g baking powder
1/2 teaspoon salt
40 g Cointreau
1/2 tablespoon finale grated orange zeste
seeds of 1/2 vanilla pod
3 medium eggs
280 g extra virgin olive oil

Prepare the pan. Coat the bottom and sides of a 25 cm round pan with oil, line the bottom with parchment paper and coat the parchment with more oil. Slice thinly the oranges with a sharp knife and squeeze the ends until you have two tablespoons of juice. 

In a bowl, add 60 g of the sugar to the juice and whisk them together. Pour the mixture into the bottom of the oiled pan and spread it across the parchment. Place the orange slices across the bottom of the pan and set aside.


For the cake. In a bowl whisk plain flour, semolina, baking powder and salt. In another bowl stir together Cointreau, orange zest and vanilla seeds.

In a stand mixer whisk the eggs with the 200 g remaining sugar until the mixture is pale and light, then gradually add the oil. When the oil is completely incorporated, add the flour mixture and the wet mixture, alternating them. Pour the batter over the orange slices, smooth the top with a spatula and transfer the pan to the preheated oven. Bake the cake at 180° C for about 40 minutes.

When the top is golden brown and the center is firm to the touch, remove the pan from the oven and let cool for 15 minutes, then invert the cake onto a wire rack, peel away the parchment paper and leave it rest. When the cake is completely cool, wrap it with cling film and leave it at room temperature for 24 hours before eating. 

mercoledì 6 gennaio 2021

Galette des rois

Arrivo sempre un po’ in ritardo con i bilanci di fine anno.
Sarà che non sento mai forte la cesura tra quello che finisce e quello che comincia.
O che alcune emozioni hanno bisogno di sedimentare più di altre, per diventare ricordi.
O forse che questi 366 lunghi giorni mi hanno insegnato a rispettare i tempi di ciascuno, anche i miei.

Da domani mi dedicherò a qualcos'altro.
 
Darò una lustrata a questo blog, mi occuperò della grafica e dell'interfaccia. 
Lascerò intatte le parole, ché quelle siamo io e la mia pelle e la pelle è difficile da cambiare.
E cercherò di renderlo un posto più facile e comodo per tutti. 

Ma oggi scorro ancora le foto dell'anno trascorso e provo a definirlo.
Un anno goloso e zuccherino, come sempre.
Ma più vivido, più contrastato.
A volte dolorosamente sovraesposto.
E così vero.


Per la pasta sfoglia rapida: 
250 g farina debole
250 g burro freddo, tagliato a cubetti
1 cucchiaino di sale
125 g acqua ghiacciata

Per la crema frangipane:
crema pasticciera
crema alle mandorle

Per la crema pasticciera:
50 g latte intero fresco
10 g tuorli
15 g zucchero semolato
5 g amido di mais
una noce di burro

Per la crema alle mandorle:
50 g burro pomata
50 g zucchero semolato fine
50 g mandorle in polvere
50 g uova
10 g farina 

Per la doratura:
un uovo sbattuto

Per la finitura:
50 g acqua
50 g zucchero

Per la pasta sfoglia. Sul piano di lavoro fare una fontana con la farina, porre al centro burro e sale e incorporare progressivamente la farina lavorando con la punta delle dita. Aggiungere progressivamente l'acqua finché non sarà assorbita per intero, senza lavorare troppo la pasta, avvolgere nella pellicola trasparente e fare riposare in frigorifero per 30 min. Infarinare il piano di lavoro e stendere la pasta in un rettangolo di 40x20 cm. Fare una piega da tre e girare di 90°. Stendere nuovamente la pasta in un rettangolo di 40x20 cm e fare una piega da tre. Avvolgere il panetto nella pellicola trasparente e fare riposare in frigorifero per 30 min. Fare ancora due giri da tre alla pasta fredda, stendendola e ripiegandola come prima, per un totale di quattro giri. Avvolgere nella pellicola trasparente e fare riposare almeno 30 min in frigorifero prima di utilizzarla. 

Per la crema pasticciera. Portare a bollore il latte. Sbattere i tuorli con lo zucchero, quindi aggiungere l'amido di mais e mescolare. Quando il latte avrà raggiunto il bollore, versare sui tuorli e mescolare bene. Riportare il composto sul fuoco, sempre mescolando, finché la crema sarà cotta. Trasferire la crema in una ciotola, passare  la noce di burro sulla superficie della crema, coprire con pellicola trasparente e fare freddare.

Per la crema alle mandorle. Lavorare il burro pomata e lo zucchero con una spatola, quindi aggiungere le mandorle in polvere, l'uovo e la farina. Mescolare bene, fino ad ottenere una crema liscia. 

Per il frangipane. Mescolare la crema pasticciera con una frusta, per farle riprendere la giusta consistenza. Aggiungere la crema di mandorle e mescolare bene. Trasferire il frangipane in una sac à poche. 
 
Per l'assemblaggio. Quando la pasta sfoglia avrà riposato, stenderla ad uno spessore di 3 mm e farla riposare in frigorifero per 30 min. Ricavare dalla sfoglia 2 dischi da 26 cm di diametro, tagliandola con un anello da pasticceria. Spennellare con l'uovo sbattuto la parte esterna di un cm circa di uno dei due cerchi di pasta. Con la sac à poche dressare la crema sulla sfoglia con il bordo spennellato d'uovo, stando attenti a non superare il limite della parte spennellata e inserire una figurina di porcellana nella crema. Coprire la crema con il secondo disco di sfoglia, premendo sui bordi per sigillarli, facendo attenzione a non incorporare aria. Coprire con un foglio di carta da forno e una teglia sulla galette, e capovolgerla. Decorare il bordo pizzicandolo con le dita o con un coltello, spennellare con l'uovo e fare freddare in frigorifero. Quando la galette sarà fredda, spennellare nuovamente la superficie con l'uovo, rigare la superficie con la parte posteriore di un coltello e infornare a 180° C per 35-40 min ca.  

Per la finitura. Mentre la galette termina la cottura, portare sul fuoco un pentolino con l'acqua e lo zucchero, e allontanare dal fuoco una volta raggiunto il bollore. Sfornare la galette e spennellare subito la superficie con lo sciroppo.

ENGLISH VERSION

For rough puff pastry:
250 g plain flour
250 g very cold butter, cut into small cubes
1 tsp salt
125 g ice-cold water

For frangipane cream:
custard
almond cream

For custard:
50 g fresh whole milk
10 g egg yolks
15 g caster sugar
5 g corn starch
a knob of butter

For almond cream:
50 g butter at room temperature
50 g fine granulated sugar
50 g ground almonds
50 g eggs
10 g flour

For the browning:
a beaten egg

For finishing:
50 g water
50 g sugar

For the puff pastry. On the worktop heap the flour in a mound and make a well. Put in the butter and the salt and work them together with the fingertips, gradually drawing the flour into the center. When the dough is grainy and the butter cubes have become small pieces, gradually add the iced water and mix until it is all incorporated, but don't overwork the dough. Wrap it in cling film and refrigerate for 30 min. Flour the worktop and roll out the puff pastry to a 40x20 cm rectangle. Fold it into three and give it a quarter-turn. Again roll out the puff pastry to a 40x20 cm rectangle and fold it into three. Wrap the block in cling film and refrigerate it for 30 minutes. Give the chilled pastry another two turns, rolling and folding as before. In total you have 4 turns and the pastry is ready. Wrap the block in cling film and refrigerate it for at least 30 minutes before using.

For the custard. Put the milk in a saucepan and bring to the boil. Meanwhile, whisk the egg yolks with the sugar in a bowl, then add the cornstarch and whisk again. Pour the boiling milk on the egg yolks, whisking continuously, then pour the mixture back into the saucepan. Cook over the heat, stirring constantly, until the cream is cooked. Transfer the cream to a bowl, pass the knob of butter on the surface of the custard, cover with cling film and leave to cool.

For the almond cream. In a bowl, work the butter whit a whisk until creamy. Still whisking, add sugar, then ground almonds, egg and flour. Mix well, until you get a smooth light cream.

For the frangipane. Whisk the custard to get it back to a creamy consistency. Add the almond cream and whisk again. Transfer the frangipane to a piping bag.
 
For assembly. When the puff pastry has rested, roll it out to a thickness of 3 mm and leave it rest in the refrigerator for 30 min. With a pastry ring cut 2 discs 26 cm in diameter from the pastry. Brush the outer part of one circle with the beaten egg. With the piping bag, dress the cream on the pastry with the edge egg brushed, being careful not to exceed the limit of the brushed part and insert a porcelain figurine in the cream. Cover the cream with the second pastry disc, pressing on the edges to seal them, being careful not to incorporate air. Pour a sheet of baking paper and a pan over the galette, and turn it upside down. Decorate the edge by pinching it with your fingers or a knife, brush with egg and leave to cool in the refrigerator. When the galette is cold, brush the surface again with the egg, scratch the surface with the back of a knife and bake at 180 ° C for approx. 35-40 min.

For finishing. While the galette is cooking, bring a saucepan with the water and sugar to the heat and remove from the heat once it reaches a boil. Remove the galette from the oven and immediately brush the surface with the syrup.

lunedì 9 novembre 2020

Torta vegana e gluten free al cioccolato e mirtilli - Blueberry gluten free vegan chocolate cake

Pazienza.
Coerenza.
Resistenza.

Appellarsi al bello che c'è sempre, che c'è comunque, che c'è nonostante tutto.
Non smettere di nutrire speranze e progetti.
Cucinare sempre, scrivere di più.

Lunedì mattina.
Ricomincio da qui.


Per la torta:
160 g cioccolato fondente 
120 g margarina
240 g apple sauce o composta di mele
125 g farina di grano saraceno
180 g zucchero semolato
i semi di 1/2 baccello di vaniglia
un pizzico di sale 

Per la finitura:
cacao in polvere
mirtilli

Riscaldare il forno a 200° C.
In una ciotola fondere insieme la margarina e il cioccolato fondente, e scioglierli insieme al microonde. Aggiungere la salsa di mele, e incorporare bene, poi unire gli ingredienti restanti, sempre mescolando con una frusta. Ungere una teglia con lo spray staccante e versarvi l'impasto. Infornare fino a cottura ultimata, per ca 18-20 minuti. Fare freddare la torta completamente, quindi spolverare con cacao in polvere e terminare con mirtilli.


ENGLISH VERSION

For the cake:
160 g dark chocolate
120 g vegan butter
240 g apple sauce
125 g spelt flour
180 g caster sugar
the seeds of 1/2 a vanilla pod
a pinch of salt

For the finishing:
cocoa powder
fresh blueberries
 
Preheat the oven to 200° C. 
Put the dark chocolate and the vegan butter in a bowl and melt them together in the microwave. Add apple sauce, then spelt flour, sugar, vanilla seeds and salt and mix with a whisk. Grease a round pan with a non stick pan spray and spread the batter into it. Bake until firm, for around 18-20 mins. 
Let the cake cool completely, dust with cocoa powder and decorate with fresh blueberries.
Your cake is now ready, enjoy it.

lunedì 2 novembre 2020

Pancakes

Le colazioni della domenica sono diventate quelle del lunedì, del martedì, e di tutti gli altri giorni.
Poco importa se dovremo correre di più per recuperare tempo sulla tabella di marcia e punti sulla bilancia.
Poco importa se costa disordine e fatica.

Tempo e sorrisi sono beni tesori preziosi.
E se possiamo goderne siamo ricchi, ma ricchi davvero.


160 g yogurt greco
2 uova
i semi di 1/2 bacca di vaniglia
100 g farina debole
2 cucchiaini lievito per dolci
80 g latte 
2 cucchiai zucchero
1 presa sale

In una ciotola unire lo yogurt, le uova e i semi della bacca di vaniglia mescolando con i rebbi di una forchetta. Setacciare insieme la farina con il lievito e aggiungere al composto di uova, poi unire tutti gli altri ingredienti fino ad ottenere una pastella liscia e omogenea.
Versare la pastella in una pentola antiaderente già calda, due o tre cucchiai per volta, eventualmente aiutandosi con una noce di burro, e cuocere a fuoco medio un paio di minuti. Quando sulla superficie compaiono le prime bolle e i bordi cominceranno ad asciugarsi, girare il pancake e cuocere dall'altro lato, un paio di minuti o finché la superficie non sarà dorata. Servire i pancakes caldi o freddi, con mirtilli, foglioline di menta o sciroppo d'acero, con crema di nocciole, frutta fresca e zucchero a velo, miele o confettura.  

ENGLISH VERSION

160 g Greek yogurt
2 free range medium eggs
the seeds of 1/2 vanilla pod
100 g plain flour
2 teaspoons baking powder
80 g milk
2 tablespoons caster sugar
1 pinch of salt 

In a bowl whisk together yogurt, eggs and vanilla seeds, mixing with a fork. Sift together the flour with the baking powder, add them to the egg-yogurt mixture, then combine all the other ingredients until smooth. 

Heat a non stick-pan over medium heat, eventually brush it lightly with butter. Pour the batter onto the pan, two or three tablespoon at a time, and cook for 2 to 3 minutes, until bubbles appear on top and edges are slightly dry. Flip and cook until golden brown on underside, about two or three minutes more. Repeat with remaining batter. Serve the pancakes warm or cold, topped with blueberries, mint leaves and maple syrup, with hazelnut cream, fresh fruit and icing sugar, honey or jam.

lunedì 28 settembre 2020

Crostatine alle mandorle, crema leggera al mascarpone e lamponi

Il fieno è falciato, 
l'autunno è inaugurato,
così diceva il genio di Gianni Rodari.

E lo so che ogni stagione ha la sue malie, 
che senza marroni non ci sarebbe Mont-blanc, 
che la zucca in agrodolce è una benedizione dal cielo 
e che le zuppe con l'olio buono sono incredibilmente sexy.

Ma nelle mie vene scorre il sole cocente di Sicilia, 
e sono meteropatica.

Le giornate corte mi tolgono brio, 
i colori caldi non sono nella mia palette
e col gelato ho una storia d'amore che dura da un po'. 

Il freddo mi inumidisce i pensieri,
poca luce mi rabbuia i sentimenti. 

Tempererò una mina buona, aspettando l’estate.


Per la pâte sucrée:
52 g burro
25 g uova
87 g zucchero a velo
30 g farina di mandorle
2.5 g fior di sale
60 g farina debole
170 g farina debole

Per la crema frangipane alle mandorle:
50 g burro a pomata
50 g zucchero
100 g mandorle in polvere
50 g uova
10 g farina debole

Per la composta di lamponi:
150 g lamponi
45 g zucchero

Per la crema leggera allo yogurt e mascarpone:
100 g yogurt greco
100 g mascarpone
100 g panna liquida
60 g zucchero a velo

Per terminare:
lamponi

Per la pâte sucrée. Unire nella planetaria con la foglia il burro a 22-25° C con lo zucchero a velo, le uova e il sale, poi aggiungere la farina di mandorle e la prima quantità di farina. Amalgamare bene, quindi finire unendo velocemente la seconda quantità di farina. Fare freddare la pasta in frigorifero per almeno una notte, stendere ad un'altezza di 3 mm e ricavarne i dischi del diametro dello stampo e delle bande rettangolari. Fare riposare in frigorifero, quindi imburrare i bordi dei cerchi microforati, fare aderire le bande rettangolari e inserire i dischi centrali. Fare freddare in congelatore, poi infornare a 160° C fino a colorazione, per 10-12 min ca. Fare freddare qualche istante negli stampi prima di sformare.

Per la crema frangipane alle mandorle. Mettere il burro a pomata in una boule e lavorarlo insieme allo zucchero con una spatola. Aggiungere gli ingredienti restanti continuando a mescolarli con la spatola, fino ad ottenere una crema liscia.

Per la composta di lamponi. Versare i lamponi e lo zucchero in un pentolino e cuocerli a fuoco basso, mescolando spesso, per circa 15-20 min. Quando la frutta si sarà ridotta e la composta avrà raggiunto un aspetto gelatinoso, trasferire in una ciotola, coprire con pellicola a contatto e portare a temperatura ambiente.

Per la crema leggera allo yogurt e mascarpone. Trasferire tutto gli ingredienti nella ciotola della planetaria e montare fino ad ottenere una crema sostenuta.

Per montare. Fare freddare i gusci di pâte sucrée. Dressare all'interno la crema frangipane alle mandorle, poi la composta di lamponi e infine la crema leggera allo yogurt e mascarpone, con uno spessore di circa 3 millimetri per strato. Terminare con i lamponi freschi ed eventualmente spolverare con zucchero a velo.

ENGLISH VERSION

For the pâte sucrée:
52 g butter
25 g whole eggs
87 g icing sugar
30 g ground almonds
2.5 g fleur de sel
60 g plain flour
170 g plain flour

For the almond frangipane:
50 g soft butter
50 g caster sugar
100 g ground almonds
50 g whole eggs
10 g plain flour

For the raspberry compote:
150 g raspberries
45 g caster sugar

For the light yogurt and mascarpone cream:
100 g Greek yogurt
100 g mascarpone
100 g whipping cream
60 g icing sugar

To finish:
raspberries

For the pâte sucrée. Into the bowl of a stand mixer, mix the butter at 22-25° C with the icing sugar, the eggs and the salt, then add the grounds almond and the first quantity of flour. Mix well, then finish by quickly adding the second amount of flour. Leave the pastry to cool in the refrigerator for at least one night, roll out to a height of 3 mm and cut out the discs of the diameter of the mold and rectangular bands. Leave to rest in the refrigerator, then grease the edges of the micro-perforated circles, make the rectangular bands adhere and insert the central discs. Refrigerate in the freezer, then bake at 160° C until color, for 10-12 min approx. Leave to cool a few moments in the molds before unmolding.

For the almond frangipane. Put the soft butter in a bowl with the sugar and mix with a spatula. Add the remaining ingredients while continuing to mix, until you get a smooth cream.

For the raspberry compote. Put raspberries and caster sugar into a saucepan and cook over low heat, stirring often, for about 15-20 min. When the fruit has reduced and the compote has reached a gelatinous aspect, transfer to a bowl, cover with cling film and bring to room temperature.

For the light yogurt and mascarpone cream. Put all the ingredients into the mixer bowl and whisk until obtain a firm cream.

To mount. Allow the pâte sucrée shells to cool. Dress the almond frangipane cream inside, then the raspberry compote and finally the light yogurt and mascarpone cream, with a thickness of about 3 mm per layer. Finish with fresh raspberries and sprinkle with icing sugar if you like.