giovedì 8 dicembre 2011

Pan d'arancio

Questa, in casa nostra, è sempre stata una festa un po' speciale.

Da che ho memoria e sono capace di stare seduta a tavola, nel giorno dell'Immacolata abbiamo sempre pranzato tutti insieme, e passato il pomeriggio a chiacchierare, con la pancia piena.

Quest'anno invece... le cose sono un po' cambiate.
E la persona così speciale che ci teneva tutti insieme in questo giorno non c'è più.

A lei voglio dedicare questo dolce, anche se dubito che lo avrebbe mangiato, golosa com'era di gelati e frutta.
Ma oggi, davvero, spero che le arrivi un po' del meraviglioso profumo che ha riempito la sua casa, che adesso è la mia.


150 gr burro pomata
300 gr zucchero a velo
190 gr farina 00
150 gr farina di mandorle
6 uova
12 gr lievito chimico
60 gr pasta d'arancia

Montare il burro con lo zucchero a velo. 
Unire le farine miscelate insieme, poi le uova, uno alla volta, il lievito e la pasta d'arancia. 
Infornare a 170° per un'ora o poco più.

9 commenti:

Pinella ha detto...

Bello leggerti, Ale. come sempre mi apri il cuore.

Anonimo ha detto...

che cos'è il burro pomata?

Alessandra ha detto...

Pine... bello sapere che ci sei, sempre.

Alessandra ha detto...

Anonimo... il burro pomata è il burro normale, a temperatura ambiente, lavorato con una spatola tanto da renderlo morbido come una pomata.

Alessandra ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

grazie per la risposta!allora penso che proverò questa ricetta:-)

roberto ha detto...

Spettacolare ....come la mia amica!

Alessandra ha detto...

Grazie Robi... quando pensi di venire ad assaggiarlo?

--m ha detto...

E la pasta d'arancia come si fa? Ho iniziato a leggere il blog dall'inizio, quindi dalla fine, e sono arrivato qui. Poi magari faccio altre domande. Grazie.