lunedì 14 marzo 2011

Apple pie

Una giornata uggiosa di fine inverno, di quelle che sembrano non finire mai, richiede, o meglio, pretende, una torta di mele.
Di quelle che ti riempono la casa del profumo buono che fa la cannella quando viene riscaldata.
Che ti riempono gli occhi di gioia.
E il cuore di ricordi.

Questa non è la torta di mele che ho sempre mangiato.
Ma forse è quella che ho sempre sognato.
Così alta.
Così morbida.
Così buona.

L'originale viene da qui. Io mi sono limitata a piccolissime modifiche, per venire incontro ai palati che amo.



Per la pasta:
uova gr 50
farina 00 gr 550
sale gr 10
burro gr 200
acqua gr 100
zucchero semolato gr 100


Per il ripieno
mele tagliate a fette sottilii 1 kg
zucchero semolato gr. 100
cannella
amido di mais gr. 35
succo di limone gr. 20


Impastare nella planetaria con la frusta K il burro, lo zucchero ed il sale. Unire l’acqua e mescolare. Unire le uova e mescolare. Gli ingredienti sembreranno non amalgamarsi bene, niente panico: è tutto sotto controllo. Unire per ultima la farina e lavorare l’impasto energicamente, per sviluppare glutine.
Fare riposare la pasta in frezeer schiacciata tra due fogli di carta forno.
Condire le mele con lo zucchero, il succo di limone, la cannella macinata e l'amido di mais, coprire con pellicola e fare riposare.
Stendere la pasta ad uno spessore di 2 mm circa e rivestire uno stampo per torte di 22-24 cm precedentemente spennellato con burro fuso e infarinato. Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta. Versare al centro il composto di mele, intervallando con qualche dadino di pan di Spagna. Coprire con un altro foglio di pasta tirata sottile, sigillare bene i bordi, bucare la superficie, spennellare con burro fuso e spolverare con zucchero semolato e cannella macinata. Fare cuocere in forno a 180° C per 30-40 min circa.

1 commento:

Life In Sicily ha detto...

Ci vuole strutto per forza.