sabato 21 gennaio 2012

Mini sacher al cioccolato bianco

Adesso basta.
Questa storia per cui avere un pessimo carattere equivale ad avere carattere mi ha davvero annoiato.
E non perché io non sappia difendermi dalla maleducazione e dall'arroganza altrui.
Perché, diciamoci la verità, a vent'anni ero una foglia al vento, ma adesso che sono cresciuta e ho due ragazze a cui pensare, se volessi saprei difendermi benissimo con le mie forze.
No, non è questo il punto.
Il problema è che, oggi come dieci anni fa, un comportamento immotivatamente sgarbato mi lascia senza parole.
Niente di trascendentale.
Semplicemente non lo capisco.
Tutto qua.

Garbatissime tortine di Loretta Fanella, per contrappasso.


Per il biscotto sacher
150 gr uova
60 gr zucchero
un pizzico di sale
50 gr farina
100 gr cioccolato bianco
40 gr burro

Sciogliere il cioccolato e il burro a bagnomaria.
Montare le uova con lo zucchero e il sale fino a renderle gonfie e spumose. Aggiungere in più riprese la farina setacciata, poi unire delicatamente il composto di burro e cioccolato. Riempire 6 stampini rotondi alti circa 4 cm. Infornare a 170° per 20 minuti circa.


Per la tortina Sacher
biscotto Sacher
100 gr marmellata di albicocche (di lamponi nella ricetta originale)

Estrarre i biscotti dagli stampini e tagliarli in due pezzi di uguale altezza. Spalmare su un lato la marmellata di albicocche, richiudere il biscotto e porre in frigo a raffreddare.


Per la glassa al cioccolato bianco
2 dl panna fresca
6 gr gelatina in fogli
300 gr cioccolato bianco

Scaldare la panna e versarla su cioccolato tritato grossolanamente. Aggiungere la gelatina reidratata in acqua fredda e fare sciogliere del tutto. Frullare il composto con un frullatore ad immersione.


Tirare fuori le tortine dal frigorifero e coprirle con la glassa al cioccolato bianco.
Decorare con violette candite e fare solidificare in frigo.

Mangiare con educazione.