giovedì 9 febbraio 2012

Cantucci di Prato

Vanno bene i jeans intelligenti, che entrano ed escono da soli senza farmi fare la fatica di doverli sbottonare.
Va bene che il mio cane, se ceno da sola, non fa nemmeno lo sforzo di alzarsi dalla cuccia, perché già sa che tanto non mangio mica niente di interessante.
Va bene anche che, a tradimento, chiunque cerchi di farmi ingurgitare qualche porcheria, con la scusa che "tanto me lo posso permettere".
Va bene tutto.
Ma tutti quei baldanzosi reggiseni che mi guardano ogni mattina con l'aria triste, sconfitti da tale mancanza di lavoro... sono un'ingiustizia che proprio non posso tollerare.
Ipercalorici biscottini per me, stasera. 


400 gr farina
250 gr zucchero
3 gr bicarbonato
200 gr mandorle dolci, con la buccia
50 gr pinoli
2 uova
2 tuorli
1 pizzico di sale

Setacciare insieme le polveri. Unire le uova, lo zucchero, le mandorle e i pinoli. Impastare fino ad ottenere un composto omogeneo e piuttosto sodo. Se occorre, modificare la consistenza con farina, o latte.
Spolverizzare di farina il piano di lavoro e formare con l'impasto ottenuto dei rotoli di tre cm circa di diametro.
Adagiare i rotoli su una leccarda da forno coperta di silpat e infornare a 180° per dieci minuti.
Tiarare fuori i rotoli dal forno e tagliarli in diagonale, poi infornare per altri 5 minuti alla stessa temperatura.

Nessun commento: