sabato 10 novembre 2018

Tartellette allo zenzero, caramello salato e noci pecan

Dicono che la domenica sia la giornata del tempo lento.
Il momento senza peccato per leggere qualche pagina in più.
Per indugiare a letto quando fuori tira vento.
Per gli infusi a freddo, i ravioli ripieni e lo stracotto di manzo.

Dicono che sia il tempo per restare, la domenica.
Che si possa desistere dal pilates, dal lavoro e dalle incombenze. 
E che anche i figli, a volte, siano più clementi.

Sarà una settimana anarchica la mia.
Mi soffermerò su un morso, e poi su altro ancora.
Chiamerò la mia amica per dirle che le voglio bene.
Leggerò e scriverò e leggerò ancora.

Che bella giornata domenica.
Soprattutto quando arriva di sabato.


Per le tartellette:
110 g farina autolievitante
50 g burro a temperatura ambiente
40 g zucchero 
1 cucchiaino zenzero in polvere
1 cucchiaino bicarbonato
50 g golden syrup

Per la ganache velocissima al caramello salato:
375 ml panna liquida
265 g light brown sugar
90 g burro leggermente salato

Per terminare:
noci pecan tostate

Per le tartellette. Setacciare le polveri tutte insieme in una boule, aggiungere lo zucchero e lo zucchero e lavorare il composto con lo mani fino ad ottenere delle grosse briciole. Aggiungere il golden syrup e lavorare la pasta che risulterà piuttosto compatta, quindi farla riposare in frigo per mezz'ora. Stendere la pasta riposata in una sfoglia sottile e usarla per foderare degli stampini da tartellette. Infornare a 180° C per 8-10 min ca. Fare freddare.

Per la ganache. Versare tutti gli ingredienti in un pentolino e mescolare finché il burro non si sarà sciolto. Continuare a mescolare per una decina di minuti, finché la salsa non si sarà addensata. Fare freddare, quindi trasferire in un sac à poche.

Terminare farcendo le tartellette con la ganache al caramello salato e i gherigli di noci pecan leggermente tostati.

mercoledì 31 ottobre 2018

Halloween muffin

Mia figlia dice che non posso essere un'oscurantista.
Che sa tutto della festa dei morti, della frutta di Martorana e dei pupi di zucchero.
Che conosce bene le tradizioni siciliane.

Ma che viviamo in una nelle metropoli più cosmopolite del mondo.
Che non scorderà le sue origini per un dolcetto.
E che bisogna aprire la mente, e la cucina, alle nuove culture. 

Oscurantista io? 
Giammai!
Che Halloween muffin siano, allora.


300 g carote pelate
300 g mandorle pelate
300 g zucchero
80 g farina 
3 uova
16 g baking
2 g sale
la scorza di un’arancia grattugiata
1/2 baccello di vaniglia
180 g marmellata di arance

Per terminare:
pasta di zucchero Bianca
bottoncini di cioccolato al latte

Tritate finemente le carote nel bicchiere del mixer, quindi aggiungere le mandorle pelate e continuare a tritare. Montare separatamente i tuorli con lo zucchero, e gli albumi. Aggiungere il composto di carote e mandorle alla montata di tuorli, unire il sale, la scorza grattugiata di arance e i semi di vaniglia. Amalgamare bene, quindi unire la farina setacciata con il lievito e infine gli animi montati, delicatamente, con una spatola.
Trasferire il composto in una sac à poche e usarlo per riempire a metà i pirottini da muffin, farcire con un cuore di marmellata d’arance, terminare con il restante composto, tenendosi appena più bassi del bordo del pirottino.
Informare a 180° C per 25 min ca.
Una volta sfornati i muffin, farli freddare bene e decorarli come fantasia e oscurantismo meglio suggeriscono.

mercoledì 17 ottobre 2018

Ciambella glassata al limone

Lento scorre il tempo, nel frattempo.

Si dilatano i pensieri con le attese.
Diminuiscono le inteste. 
Non bastano le chiese.

Arriverà il tempo quando sarà il momento.
Aspetterò, senza accanimento.


Per la ciambella:
150 g uova
150 g zucchero
75 g burro fuso, raffreddato
150 g farina debole
150 g panna acida
la scorza di un limone bio
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
5 g baking
un pizzico di sale

Per la glassa:
100 g zucchero a velo
15 g di succo di limone
scorze di limone e limone verdello bio per decorare

Per la ciambella. Montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere una montata spumosa. In una boule mescolare la panna acida con la vaniglia, il sale, il succo e le scorze di limone. Incorporare il composto alla montata di uova. Unire la farina setacciata con il lievito, delicatamente, con una spatola, quindi aggiungere il burro fuso a filo. Versare l’impasto in uno stampo da ciambella imburrato e infarinato e infornare a 170° C per 35 minuti ca. Fare intiepidire la ciambella, quindi sformarla su una griglia e fare freddare completamente prima di glassarla. 

Per la glassa. In una boule mescolare lo zucchero a velo con il succo di limone, aggiungendo zucchero o succo di limone per regolarne la consistenza che deve risultare piuttosto fluida. Finire con scorze di limone e limone verdello grattugiate.

martedì 2 ottobre 2018

Biscotti al cacao e noci pecan

- Mamma, li faremo sempre i biscotti a forma di fiore?
- Sì. E li faremo anche a forma di cuore, di stella e di unicorno.

Facciamole tutte insieme le cose che ti piacciono, e quando abbiamo finito cominciamo da capo, e facciamole ancora. 

Non sarai più l'unica, e questo ti spaventa.
Ma sarai sempre la prima, e questo mi rasserena.
Attraverseremo questo crocicchio camminando piano, la tua spalla sopra il mio gomito, appena un po'.
E poi ancora nuova strada da percorrere, terra densa da battere insieme. 
E quando capiterà di cadere, io porterò cerotti, e tu parole gentili per tutti

Preparati, bambina mia.
L'amore è una strana entità algebrica che non si divide, si moltiplica soltanto. 
Inforniamo tutti i biscotti che ti piacciono.
La festa è appena cominciata.


210 g farina 00
125 gr noci pecan
50 g cacao amaro
125 g burro
140 g zucchero di canna chiaro
2 uova
un pizzico di sale

Lavorare con le fruste il burro morbido con lo zucchero di canna, fino ad ottenere una crema spumosa. Unire un uovo intero e un tuorlo e amalgamare. Setacciare la farina insieme al cacao e aggiungere il sale. Aggiungere le polveri al composto, insieme a 75 g di noci pecan tritate finemente, e mescolare bene. Dare alla pasta la forma di un panetto, avvolgere con pellicola e fare riposare in frigorifero. 
Quando la pasta si sarà riposata, stenderla ad un altezza di 4 mm circa, coppare i biscotti della forma desiderata, quindi spennellarli con l'albume rimasto, appena sbattuto, e spolverarli con le noci pecan restanti, tritate grossolanamente.
Infornare a 170° C per 12 min circa, poi farli freddare su una griglia.

Camminare vicini, e goderseli per strada.

venerdì 7 settembre 2018

Cream tart


A te che mi dato fiato quando avevo esaurito il mio, e nuove paure.
Che hai portato ordine nella mia vita, e caos tra i miei libri.
Che hai dato tempo al tempo di passare, quello che serviva.

Che mi hai restituito all'acqua e versato il vino.
Che dubbi zero e poi invece mille dubbi, ma facciamo strada insieme.
Che mi hai regalato la vita, finché saprò custodirla.

A te, buon compleanno, amore mio.


Per la frolla al cioccolato:
250 g farina
125 g burro 25° C
115 g farina di mandorle
65 g zucchero a velo
55 g albumi
25 cacao in polvere
1 g sale Maldon
1/2 bacca di vaniglia


Per la ganache al mascarpone:
200 g panna fresca liquida
200 g mascarpone
50 g zucchero a velo
1/2 bacca di vaniglia

Per finire:
lamponi
mirtilli
fragole
foglioline di menta

Per la frolla al cacao. Setacciare nella ciotola della planetaria metà della farina, aggiungere il burro a pezzetti e la polpa della vaniglia, sabbiare. Aggiungere lo zucchero, gli albumi, il cacao setacciato, la farina di mandorle e il sale. Incorporare la restante farina setacciata e lavorare finché il composto non risulta omogeneo. Formare un panetto, coprire con pellicola alimentare, fare riposare in frigorifero per almeno 12 ore, quindi stendere a 2,5/3 mm e ricavare le lettere, i numeri o le forme desiderate. Fare freddare in congelatore., poi infornare a 160° C per 20 minuti ca, sfornare e fare freddare.

Per la ganache al mascarpone. Versare la panna in boule, aggiungere lo zucchero a velo e i semi di vaniglia, quindi montare. Quando la panna sarà montata, aggiungere il mascarpone con una spatola, poco alla volta, dopo averlo precedentemente ammorbidito con una frusta. Trasferire la ganache in una sac à poche con bocchetta liscia da 1 cm, dressarla sui fondi di frolla e decorare con frutta fresca e foglioline di menta.