domenica 24 novembre 2013

Biscotti a scacchi

Piove e tira vento.
La mente è umida, come i pensieri che contiene.
Sono tutti zuppi, non ce n'è uno che si salvi.

La vita non è sempre un plumcake al cioccolato.
Buona e semplice, con un buon odore di casa, non è sempre così.
A volte è solo una crema che straccia e una ganache che non monta.

L'hai preparata con gli ingredienti migliori, gli unici per te.
L'hai lasciata lì, a riposare tutta la notte, come chimica comanda.
Le hai dato tutto il tempo che le serve, forse anche qualcosa in più. 
Eppure non monta.
Non ha voglia di alleggerirsi e diventare golosa. 
Non c'è niente da fare.

Zuppa per pranzo, oggi.
Niente dessert.


Per la frolla bianca:
80 gr farina
80 gr farina di riso
60 gr burro
40 gr zucchero
1 uovo
1 pizzico di sale
1 cucchiaino estratto di vaniglia

Per la frolla al cacao:
70 gr farina
10 gr cacao in polvere
80 gr farina di riso
60 gr burro
40 gr zucchero
1 uovo
1 pizzico di sale
una grattugiata di fava tonka

Per la finitura:
albume q.b.

Preparare le frolle separatamente: sabbiare gli ingredienti secchi, aggiungere l'uovo, dare la forma di una palla e fare riposare in frigorifero. Stendere le frolle in due rettangoli dai contorni ben definiti, di uguale spessore e dimensione, e sovrapporli dopo averli spennellati con albume. Dividere il rettangolo in due quadrati uguali e sovrapporli dopo averli inumiditi con l'albume. Fare riposare in frigorifero per permettere un taglio regolare e far tirare le due frolle. Tagliare delle listarelle di uguale spessore e sovrapporle sempre spennellando con l'albume, formando un parallelepipedo dai colori alternati. Fare riposare in frigorifero, poi tagliare a fette regolari e infornare a 160°C fino a colorazione.


2 commenti:

Enza Amato ha detto...

Ciao Alessandra, complimenti per i biscotti e per come scrivi.. sei davvero bravissima!!!

Alessandra ha detto...

Grazie Enza, è un piacere averti qui!