mercoledì 8 gennaio 2014

Spéculoos

- Mamma, mi fai dei biscotti per costruire?
- Come, amore? Non ho capito. Che biscotti vuoi?
- Biscotti per costruire. 
- Per costruire cosa?
- Per costruire cose. Come case dove le persone vivano felici. 

Oh mamma.
Questo sì che è complicato.
Quattro anni e già si preoccupa della felicità nel mondo.
Anzi peggio: non della felicità nel mondo, ma di quella privata, domestica.
È femmina, sensibile e ha un debole per le parole.
Se tutto va bene... si farà del male molto presto.

Ma poi farà l'architetto, o il medico, o più probabilmente la contorsionista.
Studierà filosofia classica, letteratura inglese, o si appassionerà al teatro dell'assurdo.
Sarà vegetariana, vegana, o forse mangerà finocchiona e bacon a colazione.

Sarà libera.
Senza pelle.
E spudoratamente felice. 


Da Spèculoos di Cristophe Felder:
200 gr burro
200 gr vergeoise scuro
60 gr zucchero semolato
2 tuorli
2 cucchiai di latte
un pizzico di sale
400 gr farina
10 gr cannella in polvere
10 gr lievito

Impastare il burro con i due tipi di zucchero fino ad ottenere un composto sabbioso. Aggiungere i tuorli, il latte ed il sale sciolto in un cucchiaino d’acqua. Setacciare la farina insieme alla cannella e al lievito e unire le polveri al composto. Coprire con pellicola alimentare e fare riposare in frigorifero per un'ora circa.
Stendere la pasta a ½ cm di spessore e coppare secondo fantasia. Io ho tagliato al coltello dei "mattoncini" di 2x10 cm.
Infornare per 20 minuti circa a 170°C.

Perfetti per una colazione spudorata, e felice.

2 commenti:

Enza Amato ha detto...

Perché in fondo l'importante è che sia felice... e di sicuro lo sarà stata quando ha visto questi magnifici biscotti!!!! Bravissima Alessandra!!!! Buona giornata!!!

Alessandra ha detto...

Che dire... i biscotti li ha graditi parecchio e che sia felice è senz'altro l'augurio più bello di tutti, almeno per me. Grazie delle tue parole Enza, a presto.