giovedì 15 dicembre 2011

Torta Babbo Natale


A mia figlia auguro mille cose.
Di essere spudorata e libera, innanzitutto.
Di amare la vita, i cani e gli uomini.
E di farlo in quest'ordine.
Di non conoscere il rimpianto.
Di abolire i sensi di colpa.
Di avere fame di libri, e sete di affetti.
Di avere delle buone amiche, ad accompagnarla.
E di essere meravigliosamente imperfetta.

Questa torta è per lei, il giorno del suo compleanno.


P. S. : Un grazie particolare va ad Eleonora, autrice di queste foto, e di innumerevoli altre meraviglie nella mia vita di ogni giorno.



Per la butter cake:
435 gr burro
750 gr zucchero
750 gr farina 
10 cucchiaini di lievito chimico
1 cucchiaino e 1/2 di sale
285 gr tuorli
900 gr latte


Montare il burro con lo zucchero. Aggiungere i tuorli poco alla volta, poi le polveri mescolate, alternandole al latte. Versare l'impasto nelle teglie imburrate e infarinate, infornare a 170° per 50 minuti circa.

Per la crema chantilly:
crema pasticcera
panna lucida

Per la crema pasticcera:

400 ml panna fresca
600 gr l latte fresco
le scorze di 2 limoni biologici
4 uova intere
80 gr farina
300 gr zucchero 
un pizzico di sale

Fare bollire il latte con la panna e le scorze dei limoni. Nel frattempo sbattere le uova con lo zucchero e il sale. Aggiungere la farina setacciata, poi versare il latte in un colpo solo, filtrandolo con un colino. Riportare il composto sul fuoco, mescolandolo con una frusta. Spegnere dopo quattro minuti dal bollore. Trasferire la crema in una ciotola e farla freddare velocemente immergendola in un bagnomaria di acqua e ghiaccio.


Semimontare la panna e unirla alla crema pasticcera.


Per la pasta di zucchero:
90 ml acqua 
15 gr gelatina in polvere o in fogli
150 gr glucosio
gr 1,350 zucchero a velo
colorante a scelta 
zucchero a velo per stendere la pasta


Reidratare la gelatina nell'acqua. A fuoco dolcissimo farla sciogliere insieme al glucosio, avendo cura di non farle prendere il bollore. Se si desidera colorare la pasta, farlo adesso, sciogliendo il colore nel liquido, poco alla volta, fino ad ottenere la tonalità desiderata. 
Setacciare lo zucchero a velo e versarlo nella ciotola della planetaria. Unire il liquido ottenuto e mescolare col gancio impastatore fino a che il composto non forma una palla. 
Se l'impasto dovesse risultare troppo duro, aggiungere acqua a cucchiaini, poca alla volta, fino a raggiungere la densità desiderata.
Stendere sul piano di lavoro spolverato con zucchero a velo.
Decorare divertendosi, altrimenti non vale.

6 commenti:

moi ha detto...

sei speciale! (e mi manchi)

Simo2011 ha detto...

Ale....è la più bella dichiarazione d'amore che abbia mai letto...

manuela ha detto...

un giorno Martina leggerà queste parole e avrà l'ennesima conferma di quanto è speciale la sua mamma!!!

Alessandra ha detto...

Moi... mi manchi tanto anche tu. Riusciamo a organizzare un rendez-vous dopo Natale?

Alessandra ha detto...

Simo2011... grazie mille, l'intento era proprio quello di una dichiarazione per l'amore più grande della mia vita!

Alessandra ha detto...

Manu... che dire... speriamo almeno che crescendo continui a volermi bene!