domenica 21 agosto 2016

Meringhe al caramello

E dunque parto.
Lascio la terra che mi ha regalato caratteri normanni e sangue arabo, o forse il contrario, non l'ho mai capito davvero.
Che mi ha scolpito i pensieri e spettinato i capelli.

Restano qui le mie amiche e i loro figli, che una cosa più bella non riesco proprio a immaginarla.
I miei amici e la loro leggerezza, che ad essere complessa basto io per tutti.
La mia famiglia, che per fortuna esistono genitori, fratelli, zie, cognate ed ex mariti, a dirti che va sempre tutto bene, e che arancine e pasta alla Norma, alla fine, puoi prepararli in ogni dove.

Restano il giardino dove ho sepolto il guinzaglio nero con le ciliegie e dodici anni d’amore vero, che dopo lei nessuno mai.
L’appuntamento del 5 settembre, a cui davvero non vorrei mancare.
La casa che era dei miei nonni, e che forse per questo profuma sempre di buono.

Restano le scarpette da spinning e quelle da corsa, con le persone belle intorno, ad indossarle.
Il sole delle tre del pomeriggio ed il mio mare, che anche se non abbiamo ancora fatto proprio pace, almeno abbiamo ricominciato a guardarci con simpatia, e va bene così.
I posti, gli odori e i sapori, quelli di una vita intera.

Sicilia mia, sei una terra difficile da capire e, a volte, impossibile da perdonare.
Bella da togliere il fiato, le parole, e tutta la vita in mezzo.
Calda da accarezzare l’anima.

Vado via, ma ti sarò sempre grata.
Custodisci quello che resta, mi raccomando, e cerca di cavartela.
Crescerò con amore quello che porto.
Me la caverò anch’io.

E sarò felice, te lo prometto.


Per 25 meringhe circa

75 gr zucchero semolato
75 gr albumi d'uovo 
75 gr zucchero a velo passato al setaccio
1 pizzico di sale

Preparare un caramello bruno cuocendo a secco lo zucchero semolato. Stenderlo sopra un un foglio di carta da forno in uno strato sottile. Farlo raffreddare, quindi frullarlo con un cutter fino a renderlo una polvere fine. Passarlo al setaccio.
Montare gli albumi con il sale e una piccola parte di polvere di caramello. Quando sono quasi montati del tutto, finire di montarli incorporando la restante polvere di caramello. Versare lo zucchero a velo a pioggia sugli albumi, poco alla volta, continuando a mescolare delicatamente. Versare la meringa in una sac à poche con beccuccio liscio.
Dressare delle meringhe a forma di goccia e spolverizzarle di zucchero a velo. Cuocerle in forno a 110° C per due ore, tenendo lo sportello appena socchiuso per farle asciugare. Farle asciugare dentro il forno.


Nessun commento: