lunedì 21 ottobre 2013

Nuvole di meringhe ai lamponi


Ottobre sono le spalline di un vestito di seta che cade giù, dopo una serata a teatro, quando rimane nell'aria il desiderio di visi puliti e musica buona. 


È una signora confusa. 
Una donna, non anziana per carità, ma non più una ragazzina. 
Ha oltrepassato la metà delle sue primavere e non è riuscita a mantenere la sua promessa più grande. 

E dire che aveva superato il trauma di una figlia adolescente e un'amante ventenne. 
Lo aveva superato, certo, non proprio indenne. 
Ma in questi casi cavarsela con qualche ruga in più, alcuni mesi di analisi e una manciata di problemi assortiti allo stomaco è già una forma più che accettabile di sopravvivenza. 

Eppure, quando pensava di avere rimesso a posto tutte le tessere di un mosaico ormai privo di contorni e di poesia, la sua scommessa è finita con una firma in tribunale, e la peggiore delle parole: il silenzio. 

Ottobre è la ricrescita del colore sui capelli stanchi, la melatonina alle due di notte e quel senso improvviso di calore al petto e alle guance, nel bel mezzo di una riunione importante. 


Ma è anche il profumo del pan di zucca la domenica mattina, le chiacchiere con una figlia già trentenne e il tempo con le amiche, sempre lì, nonostante il tempo e l'aria di maestrale. 

Ottobre è un tempo bambino e una taglia ritrovata. 
È tempo di rinascita.
È poesia, allo stato puro.



                         

Per la meringa francese:
150 gr albumi a temperatura ambiente
150 gr zucchero semolato
150 gr zucchero a velo

300 ml panna fresca
due cucchiai zucchero a velo
una bacca di vaniglia
un pezzetto di zenzero
lamponi 


Per la meringa: versare gli albumi a temperatura nella ciotola della planetaria e cominciare a montare a bassa velocità incorporando poco alla volta lo zucchero semolato e aumentando gradatamente la velocità delle fruste. Quando la meringa sarà montata, aggiungere delicatamente lo zucchero a velo setacciato aiutandosi con una spatola. Versare in un sac à poche con bocchetta rigata e formare su una placca foderata di carta da forno delle meringhe di un diametro di otto cm circa. Infornare a 130°C per 30 minuti. 
Aprire la bacca di vaniglia e miscelare i semi interni alla panna liquida, unire lo zucchero a velo, una grattugiata di zenzero e montare con una frusta. 
Accoppiare le meringhe e farcirle con la panna e i lamponi. 
Terminare con una spolverata di zucchero a velo e una manciata di poesia.  

5 commenti:

Giuliana ha detto...

autunno, non è una stagione che amo, anzi, ma quest'anno anche per me è stagione di taglie ritrovate, e questo mi mette di buon umore....e posso anche concedermi questo tuo bellissimo dolcetto!

Bravissima!

Un caro saluto

Giuli

Alessandra ha detto...

Taglie ritrovate, bambini per casa... autunno non é poi così male. Per festeggiare te ne porto una fetta: è una nuvola!

Patty ha detto...

Di questi dolcetti potrei mangiarmene una serie indefinita che va da 1 a 40....poi dopo mi arrenderei, ma lasciami provare va!
Stupendo e delicatissimo. Un abbraccio, Pat

Alessandra ha detto...

Buon appetito allora!

andreusanchez ha detto...

Ciao Alessandra!

Abbiamo visto che hai tantissime deliziose ricette nel blog! Vogliamo presentarti il sito http://www.ricercadiricette.it, dove gli utenti possono cercare tra oltre 190000 ricette che appartengono a siti web e blog in italiano. Abbiamo anche creato il Top blogs di ricette, dove puoi trovare tutti i blog che ci sono già aggiunti. Puoi anche aggiungere il tuo blog all’elenco! Noi indicizziamo le tue ricette e gli utenti le potranno trovare usando il nostro motore di ricerca. E non devi preoccuparti, tutto in Ricercadiricette.it è gratuito!

Ricercadiricette.it ha diversi siti fratelli in Svezia, Spagna, Francia, Stati Uniti e in tanti altri paesi. Vuoi diventare un membro di questa grande famiglia?

Restiamo a tua disposizione!

Ricercadiricette.it