lunedì 27 agosto 2012

Cremolata di fichi

Curiosa questa faccenda del matrimonio.

Una gran festa, ricordano tutti.
Solo qualche viso molto caro e una gran quantità di zigomi sconosciuti, nella mia memoria.
Un paio di firme in un paio di registri, dice la storia.

Ma la vita vera è un'altra cosa, e non ha niente a che fare con quella data.
Il mio matrimonio è stato celebrato su un contraltare di parole e note a piè pagina.
Si nutre di promesse fatte in un qualunque pomeriggio di inverno, parlando al telefono.
Sopravvive a lunghi silenzi estivi.
Si sente inadeguato, a volte, ma non per questo demorde.
Si pone quesiti ridondanti, e lo fa con orgoglio.
Ama le storie davanti a granita e brioche per colazione.

E, ancora oggi, scopre felice di tremare per un abbraccio.



800 gr polpa di fichi
500 gr acqua
4 cucchiai zucchero di canna
la scorza di un limone biologico

Frullare insieme tutti gli ingredienti e porre in freezer a raffreddare in un contenitore d'alluminio. Lavorare ogni due ore circa con una forchetta perché assuma la soffice consistenza della neve.

Mangiare nella magia del matrimonio. Di quello vero però.

2 commenti:

Pinella ha detto...

Come sempre, parole che restano impresse negli occhi e poi scendono verso il cuore. Ci stanno d'incanto con questo dolce cosi semplice e cosi buono.E cosi anche difficile nella perfetta riuscita...

Alessandra ha detto...

La perfezione non è di questo mondo.
Però le mani di certe amiche, a volte, fanno davvero eccezione.